giovedì 28 gennaio 2010

I cicci si auto-tutelano così



Iniziative web per consentire a obesi e obese di trovare amici della stessa taglia o persone che ne sono attratte ce ne sono molte, anche in Italia, più rare sono invece le occasioni nel mondo reale, limitate nel nostro paese soprattutto a qualche serata o qualche pizzata nel migliore dei casi. Eppure, bistrattati, emarginati o giudicati perché sono ciò che sono, gli umani di grossa taglia iniziano com'è comprensibile a fare quadrato, a creare ambienti adatti dove vivere in serenità la propria dimensione e la propria socialità.

Qualcuno, parlando di luoghi come il Club Bounce di Long Beach, in California, accenna all'ipotesi di un ghetto: in realtà se molti obesi si battono perché ritengono di meritare il medesimo rispetto e i diritti di chiunque altro, non è possibile vivere tutta la propria esistenza come una grande battaglia. Creare spazi dove vivere e viversi serenamente è una risposta inevitabile alla discriminazione, ed un modo per ridurre le pesanti conseguenze psicologiche che molti subiscono per l'attuale stato delle cose. In verità non ci si può che augurare che anche nel nostro paese, dove gli obesi superano il 10 per cento della popolazione (dati OMS), si creino nuovi spazi di associazione e divertimento liberi da discriminazioni e indebite pressioni.

Di interesse anche il fatto che del Club Bounce e di questa nuova tendenza abbia parlato in questi giorni un giornale di rilievo nazionale, IlSole24Ore. Racconta il titolare del locale: "Fa piacere trovare un posto dove andare la sera, senza doversi preoccupare della gente che fa commenti sgradevoli. In alcuni locali capita addirittura che rifiutino l'ingresso a una cliente perché grassa; a me è successo a Hollywood". E aggiunge: "Da noi invece nessuno riceve un trattamento speciale; ogni singolo cliente è uguale agli altri e non esiste assolutamente nessun tipo di discriminazione".

"La triste realtà è che noi obesi siamo ancora ghettizzati - continua - e la colpa è soprattutto dei media. Così capita spesso che disertiamo i club normali per la pressione e gli sguardi di amici e avventori. Non siamo accettati in tanti ambienti: dalle linee aeree, che non installano sedili adatti alle nostre misure o ai ristoranti che non pensano ad ambientazioni ed arredamenti calibrati".

Non parlerei quindi di ghetto, che pure piacerebbe a tanti che in mancanza di una propria igiene civica manifestano aggressività contro gli obesi, parlerei invece di auto-tutela e di speranza. Il Club Bounce ha già diversi omologhi negli Stati Uniti, a quando locali all-size anche in Italia? Per gli imprenditori del settore l'occasione è ghiotta.

4 commenti:

  1. a quando? spero presto...! non ha senso che la scena oversize si "ritrovi" solo online!

    Je

    RispondiElimina
  2. Sbaglierò ma a me non sembra che esista una "scena" oversize, anche perchè vivono tutti credendosi davvero mostri orrendi e che lo siano anche tutti gli altri. Io sarei felice di serate x i grossi - Romeo

    RispondiElimina
  3. si in italia xlopiù è sostanzialmente come dici tu purtroppo, ma una piccola minoranza che si accetta e che nn si crede dei mostri x fortuna c'è...
    anche io sarei entusiasta di un locale/serate x cicci

    Je

    RispondiElimina
  4. Magari :-)))) - Romeo

    RispondiElimina