domenica 1 dicembre 2013

Ok! Sono grassa e cretina

"E ti dicono basta con le scuse e io dico OK allora basta, se sono grassa magari davvero è perché sono CRETINA che non ho capito un cavolo della VITA ma poi leggo che c'è l'adenovirus 36, che c'è il recettore del piacere che funziona a cavolo, che il gusto dolce lo sentiamo tutti in modo diverso, che c'è l'interruttore dell'appetito che a qualcuno non si spegne, che c'è la conservazione dell'energia che per certi significa tenersela tutta, che c'è lo sperma del nonno grasso che condiziona due generazioni a seguire, che ci sono i batteri intestinali pigri e quelli che trattengono troppo, che insomma OK io sono cretina ma c'è tutto un MONDO che magari rema contro il mio dimagrimento. O no? E allora siamo davvero sicuri che siano scuse? O davvero dovrei pensare che siccome 1 su 100 ce la fa davvero a perdere peso, a diventare MAGRA, io sia CRETINA perché non ce la faccio? E SCEMA magari perché non voglio? Anzi che cerco SCUSE per convincermi che non sono una mongoloide totale? - Adele"

Già. Se una ciccia o un ciccio (ma più una ciccia, che per le donne è molto più dura) si piacciono così come sono allora sono considerati devianti o, peggio, a caccia di una scusa per non sputarsi addosso nello specchio tutte le mattine come invece, ovviamente, dovrebbero fare. E se una ciccia o un ciccio non riescono a dimagrire è perché non hanno lo stesso nerbo morale, la stessa forza di volontà che invece hanno tutte le persone normopeso e, quindi, valgono poco. E sono anche deficienti, ciccio o ciccia, perché essere obesi uccide e anche se non è vero chi se ne frega.

Cara Adele siamo circondati dal pregiudizio che neppure un po' di sana ipocrisia trattiene nelle bocche di chi spara a zero senza sapere e senza pensare. Capita di continuo. La Scienza quasi quotidianamente ci spiega perché è così difficile perdere peso, perché per alcuni mangiare meno è fantascienza, perché se tu ed io mangiamo le stesse cose io inciccio e tu no. Ricercatori di mezzo mondo sono al lavoro su molti fronti (genetica, medicina, psicologia, statistica) per capire la natura, le ragioni e il quadro in cui una persona è obesa. Ma questo, per usare i tuoi maiuscoli, NON BASTA.

Sappiamo tutti che la stampa ci metterà anni prima di realizzare che qualcosa è cambiato, gli altri media impiegheranno lo stesso tempo prima di tradurre in pubblicità e tendenze le nuove conoscenze e persino la comunità medica, che dovrebbe essere fondata su un continuo aggiornamento di conoscenze e indagini, continuerà ad essere divisa tra chi sa e ha capito e la stragrande maggioranza degli altri, medici e infermieri, che non si schiodano dallo stesso pregiudizio dell'uomo della strada. L'unica speranza - forse - viene dalla moda che, per ragioni di portafoglio, ha un interesse più pregnante nel darsi una svegliata.
Per questo, grazie per avermi scritto, questo blog è nato per informare e anche per sfogarsi, perché siamo in tanti a non poterne più.

11 commenti:

  1. C'è dietro un business anche sulle sciagure di noi ciccioni. Da due anni hanno vietato tutti i farmaci anti obesità

    RispondiElimina
  2. Magari facevano male??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Facevano talmente male che negli USA sono presenti dal 1959. L'Italia è il maggiore produttore tramite la FIDIA, ma solo per l'esportazione

      Elimina
    2. Vabbè ma perchè vietarli che senso ha ?

      Elimina
  3. È una lunga storia questa, purtroppo. Il brevetto era scaduto e non c'era più modo di spartirsi la torta evidentemente... c'è più business dietro la chirurgia bariatrica ... quindi quella va per la maggiore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne so molto dei farmaci (mi piacerebbe capirne di più), ma mi sembra palese che ci sia un endorsment istituzionale, politico e sanitario dell'ampliamento il più possibile della chirurgia bariatrica. Un grande business che a tutte le latitudini si sta rafforzando sulla scorta della grande campagna mondiale contro gli obesi, spacciata per lotta all'obesità.

      Elimina
  4. Credo proprio di si, visto l'aumento notevole di pazienti che vi ricorrono. Privati, ormai, di alternative ... anche coloro che non raggiungono un BMI pari a 40, optano per la chirurgia. Non è difficile per i chirurghi correggere questo dato ( lo fanno tutti) . Il SSN copre interamente il costo di tali interventi e di quelli di chirurgia plastica. Eh, già ... proprio un bel business !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è la conferma dei miei sospetti, ho smesso di andare dal dietologo perchè dopo i primi 10 o 15 chili persi mi veniva proposta la chirurgia bariatrica, anzi mi è stato detto che i farmaci per combattere l'obesità non mi sarebbero mai stati prescritti...l'unica via era quella (pesavo 110/109 chili). Lo so che non sono pochi ma mi sembrava eccessivo sottoporre le mie frattaglie ad un tale martirio con il rischio di rimanerci secca sotto i ferri....Attendo con ansia vaccino antiobesità...:((

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Ti ringrazio per le tue parole ma, a costo di passare per presuntuosa, anche io avrei gli strumenti per fare dell'attività motoria la mia arma contro la ciccia, mi sono diplomata all'isef quando avevo il fisico e a 32 anni ho conseguito il brevetto di bagnina; poi la depressione "ha fatto miracoli".......e mi sono ritrovata avvolta in una coperta di Linus di cui non riesco più a liberarmi. Da quel momento ho vissuto le situazioni più incredibili, dalla ginecologa che si inc....za con mio marito perchè non abbiamo fatto un figlio prima che diventassi obesa..?!? al capo che si indigna perchè non seguo i suoi preziosi consigli in merito al sottoporsi ad intervento di bypass gastrico e derivati...a sconosciuti bimbetti dell'età di mia figlia (8 anni circa) che si sentono autorizzati a deriderti in pubblico per le tue dimensioni sino a considerazioni del tipo :"se ingrassi ancora tuo marito prende il via...." oppure (pediatra di mia figlia) : "Ma lei è ancora incinta?" sapendo benissimo che non lo ero, ecc. ecc. Io forse non sono scoraggiata sono, solo scioccata, qualcuno mi può spiegare perchè non c'è rispetto per gli obesi? Perchè la gente si sente autorizzata a vomitarti addosso tanta cattiveria?

      Elimina
  5. Sono molto rattristato da quello che ti è successo, mi ricorda moltissimo la mia esperienza, sebbene come donna non ti sia stato risparmiato nulla. L'ho programmata come post da far uscire tra un paio di giorni, ho la sensazione che dovremmo tutti cercare di "trovarci" e "riconoscerci" il più possibile, fare "comunità" per poter insieme fare "cultura". Ti ringrazio moltissimo, e ti abbraccio forte

    RispondiElimina