mercoledì 14 aprile 2010

Quel brutto grassone che divenne una star

Per lungo tempo, per anni, si è isolato nella sua stanza, insultato e offeso perché la sua forma non era quella dei suoi coetanei. E là, in solitudine, ha coltivato un talento che è ora esploso come una supernova, forte di una voce dirompente e straordinaria.

Lui è Lin Yu Chun, taiwanese di 24 anni e 115 Kg. che siti come "Celebrities with disabilities" o "IlSole24Ore" chiamano Little Fatty (piccolo ciccione), un giovanissimo cantante che ha subito fatto sapere quanto ha sofferto per l'esclusione riservatagli da una società semplicemente incapace di accettarne le forme.

Il suo talento è emerso nel corso della versione taiwanese dello show X-Factor, cosa che ha immediatamente portato alla mente di tutti i cronisti le storie di Paul Putts e Susan Boyle, altri due obesi, due diversi che per tanti anni hanno subito la discriminazione per le proprie forme. E che solo grazie a questo talent show ora possono regalare al mondo la propria arte.

Lin ha sottolineato quanto questa discriminazione abbia pesato nella sua vita: "la nostra società offende moltissimo chi è grasso. Ora ho più fiducia in me stesso per perseguire una carriera di cantante". Fiducia, una percezione che determina spesso la differenza tra il fare e il non fare, l'osare o non osare, e che può decidere l'intero destino di una vita. Ed è proprio la fiducia in se stessi ciò che la società spesso strappa agli individui obesi. Non a Lin, però, che l'ha recuperata - ha dichiarato - proprio dopo aver visto Susan Boyle. Ora con la sua riscossa sta lasciando di stucco il mondo intero dopoché "sono stato escluso in passato da altri show per il mio aspetto fisico". Quanto ancora dovremo aspettare prima che uno come lui non debba rincorrere una riscossa e possa semplicemente vivere serenamente il proprio aspetto?

Qui di seguito, per chi non l'avesse ancora ascoltata, la sua straordinaria interpretazione di "I Will Always Love You".

7 commenti:

  1. Una voce bellissima!!

    RispondiElimina
  2. povero l'hanno ridicolizzato facendogli quel taglio di capelli... tipo arisa....
    purtroppo secondo me l'hanno solo preso come una specie di fenomeno da baraccone x fare audience esattamente come il caso della Boyle...
    scusate... nn la vedo come una rivincita ma come un ulteriore sfruttamento..
    cmq è bravo ha tecnica e una buona voce.. di cantanti obesi ce ne sono tanti ma forse x l'oriente è più raro...
    cmq in italia n siamo da meno, tiziano ferro era obeso ma l'hanno messo di fronte alla decisione "o dimagrisci o nn ti produciamo"... cosa ingiusta direi, ma x il mercato va così, nn sarebbe mai piaciuto alle 14enni altrimenti, nonostante la sua voce meritevole...
    anche lin yu magari verrà messo di fronte a ciò.. o forse rimarrà famoso solo x essere "il cantante ciccione"... che poi tra parentesi, è solo un pò in sovrappeso....

    w meatloaf ;)

    RispondiElimina
  3. Bella interpretazione. :)
    ... tempo fa invece mi scioglievo per un altro ciccio di un altro (nostrano) x-factor.

    /watch?v=nA7D0-dnGWs

    /watch?v=x5_ci_cuFi8

    :DDD

    RispondiElimina
  4. @anonimo
    mah chissà cosa c'è dietro, per lui potrebbe essere partita una carriera, a 24 anni non è male considerando quello che pare aver sofferto (e probabilmente soffre ancora).
    per la Boyle occhio: era una casalinga, ci aveva già provato a 25 anni, ora vende dischi in tutto il mondo ;)

    @Layla
    brafino brafino :)

    RispondiElimina
  5. ps. meatloaf è un mito assoluto naturalmente :-)

    RispondiElimina
  6. ok ma che centra se la boyle era una casalinga e ci aveva gia provato? scusa nn ti seguo su questo punto... meatloaf è un grande ;)
    scusate nn mi ero firmata, cmq, JE

    RispondiElimina
  7. Ciao JE!
    E' che parlavi di fenomeno da baraccone, quando invece insomma mi sembra una voce davvero notevole, per questo dicevo.

    RispondiElimina